home > blog

La copertina di Linus…ovvero l’oggetto transizionale.

postato da contestoinfanzia - in le esperienze - il 26 maggio 2015

“La vera libertà dell’individuo non può esistere senza sicurezza” Anonimo “Linus appare la prima volta nel 1954 con una coperta azzurra da lui chiamata coperta di sicurezza e il pollice in bocca … da allora non ha più abbandonato la sua coperta”. La locuzione “oggetto transizionale” fu coniata dallo psicoanalista e pediatra D.W. Winnicott (1896-1971); con questo termine… leggi tutto  

La gelosia tra fratelli

postato da contestoinfanzia - in le esperienze - il 20 maggio 2015

L’emergere di questa emozione sebbene sia spesso fonte di tensione e conflitto sia tra i fratelli che di conseguenza tra i figli e genitori, a causa delle manifestazioni più o meno intense che possono essere messe in atto, consente anche di affrontare e superare una fase dello sviluppo del bambino che lo porterà verso un’adeguata maturazione sociale ed… leggi tutto  

Il bambino e la sua voce: come prevenire i disturbi della voce

postato da contestoinfanzia - in le esperienze - il 19 maggio 2015

La voce è considerata da tutti come il mezzo fondamentale di comunicazione, di scambio umano, ma la sua funzione non si limita solo a questo….è l’espressione del nostro Io più profondo, quella che da suono e colore alle nostre emozioni e al nostro carattere. Parlare è un processo complesso e molto preciso, dove il ruolo di protagonista è… leggi tutto  

5 P.A.S.S.I per stimolare il linguaggio nei piccoli

postato da contestoinfanzia - in le esperienze - il 21 aprile 2015

Il linguaggio si sviluppa precocemente nel bambino, già dalla nascita il neonato è capace di modulare il suo pianto per comunicare bisogni ed emozioni. Con il passare del tempo quei suoni si trasformano in produzioni comunicative, con cui il bambino sembra giocare e attraverso cui comincia a scoprire il mondo, fino ad arrivare ai 12-13 mesi con la… leggi tutto  

CRESCERE… GIOCANDO!

postato da contestoinfanzia - in le esperienze - il 14 aprile 2015

“Sulla spiaggia di mondi senza fine, i bambini giocano” Tagore Attraverso il gioco, il bambino prende coscienza della realtà circostante, si sente protagonista dell’azione, afferma se stesso, in altre parole, si presenta al mondo esterno. Un bambino che gioca è un bambino vitale perché il gioco gli permette di agire sul mondo e trasformarlo, inventando, creando, trovando così… leggi tutto  

AIUTARE I BAMBINI AD ESPRIMERE E CONTROLLARE LE PROPRIE EMOZIONI ATTRAVERSO LA LETTURA

postato da contestoinfanzia - in infanzia - il 23 marzo 2015

Quante volte, sia come educatori che come genitori, ci capita di avere a che fare con bambini in preda alla rabbia. A questo proposito vorrei proporvi un libro che può aiutare i bambini a capire ed esternare le proprie emozioni. “Che rabbia!” di Mireille D’Allancé, edito da Babalibri, è un testo indicato per bambini dai due ai cinque… leggi tutto  

Insieme per illuminare il Buio

postato da contestoinfanzia - in le esperienze - il 20 marzo 2015

Ogni volta che incontro un genitore per la prima volta penso sempre a quanto coraggio deve avere per stare lì seduto di fronte a me, mentre si racconta, mentre si mette in discussione, mentre chiede aiuto… e ogni genitore che incontro quel coraggio non se lo riconosce mai, nella maggior parte delle volte i genitori iniziano dicendo “ci… leggi tutto  

Emozioni per crescere

postato da contestoinfanzia - in le esperienze - il 10 marzo 2015

La mia esperienza nasce dalla bambina che ero e dall’adulta che sono. La mia esperienza nasce dalla professione che ho scelto, che è passione e dedizione. La mia esperienza nasce dall’essere ogni giorno a contatto con i bambini, dall’esser spettatrice del loro modo di vivere, dove spesso, e incredibilmente, sentire e fare sono la stessa cosa. Ogni giorno… leggi tutto  

UN GENITORE QUASI PERFETTO

postato da contestoinfanzia - in le esperienze - il 24 febbraio 2015

“ Non bisogna cercare di essere genitori perfetti, tantomeno aspettarsi che perfetti siano i figli. Il segreto dice Bruno Bettelheim, sta nell’essere un genitore quasi perfetto…” Benché questo libro sia stato scritto a fine anni 80 ritengo affronti tematiche molto attuali, che spesso si presentano nella vita quotidiana della famiglia: dalle collere ai terrori notturni della prima infanzia,… leggi tutto  

“CREDERE NELLA PERSONA E NELLE SUE POTENZIALITÀ”: i concetti di originalità e globalità , fulcro della concezione della persona secondo l’approccio psicomotorio di B. Aucouturier. (PARTE PRIMA)

postato da contestoinfanzia - in genitori e figli, infanzia, le esperienze - il 19 febbraio 2015

Perché credere nella persona e nelle sue potenzialità? Sarà necessario rivedere il rapporto dell’uomo con tutto ciò che è della sua natura per poter dare una rinnovata lettura filosofica e psicologica dell’unità psicofisica della vita, che ridà il posto del tutto teoretico che ha perso a partire da Cartesio. Una riflessione dal Discorso sul metodo di Cartesio. Non… leggi tutto