home > blog > Metti un counsellor a sostegno della genitorialità: è il tempo dell’ascolto.

Metti un counsellor a sostegno della genitorialità: è il tempo dell’ascolto.

postato da contestoinfanzia - in le esperienze - il 21 ottobre 2016

Quando un counsellor, ovvero un professionista della relazione di aiuto, si mette in ascolto dei genitori, comincia un percorso orientato a maturare le abilità nel processo di problem solving, per il benessere della persona e l’efficace gestione delle relazioni familiari.
Il counsellor è colui o colei che aiuta ad aiutarsi nei momenti di difficoltà della vita quotidiana: quando c’è da fare una scelta importante, quando si affronta un cambiamento, quando ci sono delle incomprensioni in famiglia, quando si vive un conflitto con il partner o quando ci troviamo a non saper gestire le emozioni nostre e dei nostri figli. In questi momenti, il counselling per i genitori può essere una risposta efficace, perché attua in tempi brevi un processo attraverso il quale, è possibile apprendere una vera e propria modalità di approccio e soluzione dei problemi. Negli incontri di counselling si incrementa la consapevolezza di sé, intesa come il riconoscimento dei propri pensieri ed emozioni, così come dei bisogni autentici e desideri, il papà o la mamma maturano l’accettazione, l’amorevolezza e la padronanza di sé. Questo implica recepire se stessi e una particolare situazione di vita così com’è, senza giudizi, maturare la capacità di sentire e riconoscere le proprie e le altrui emozioni senza venirne sopraffatti. Possiamo dire che, attraverso il counselling si avvia un percorso di empowerment, che permette al genitore di “sentirsi in grado di”, in un ottica di crescita personale. Divenire genitori è una fantastica opportunità per crescere, insieme ai propri figli.
Spesso gli incontri di counselling per genitori sono proposti in gruppo; esplorando nel gruppo le possibili situazioni comuni ai genitori, alle prese con l’educazione dei figli, il papà e la mamma smettono di percepirsi soli ed isolati dal mondo, dagli altri, a causa della propria difficoltà e cominciano a recuperare il senso di appartenenza, con un conseguente sollievo e conforto. Il gruppo costituisce in questo senso, una basa sicura per i genitori, promuovendo un senso di fiducia nelle proprie abilità. Nel gruppo di counselling si apre un tempo per l’ascolto reciproco, dove si può esprimere qualsiasi emozione, senza il timore del giudizio. Questa è la prima regola che fa funzionare il “tempo per l’ascolto”, cioè il rispetto dello spazio privato dell’altro che non può essere invaso: si parla all’altro, mai dell’altro. Il counsellor mantiene l’attenzione dei partecipanti rivolta al sentire e non al pensare, cioè da più rilevanza al senso che al significato, perché la comunicazione sul piano del sentire non lascia passare il giudizio tra i partecipanti, permettendo un confronto reale e costruttivo tra genitori, che possono scambiarsi le personali esperienze con i figli. Nel gruppo inoltre, ognuno è responsabile della propria esperienza di vita, ritenendo tutte le persone dotate di autorevolezza in merito alla propria esistenza e ai personali rapporti familiari. La relazione tra counsellor e genitore è tra soggetto/soggetto e non tra persona autorevole e discente, perché crediamo fermamente che nessuno possa insegnare ad un genitore a fare il papà o la mamma all’interno della propria famiglia; ogni nucleo familiare è un originale sistema relazionale nel quale non è possibile applicare efficacemente soluzioni e ricette universali e preconfezionate. Crediamo invece, nelle potenzialità di ogni genitore, nelle sue capacità di auto-aiuto e auto-realizzazione, affinché all’interno della famiglia possano esistere relazioni consapevoli e amorevoli che siano di beneficio a tutti i componenti.
Per questo gli elementi fondanti della nostra proposta di counselling con i genitori sono la consapevolezza, l’amorevolezza, il benessere.

Dott.ssa Pamela Filippi,
Educatrice ContestoInfanzia
esperta nei Processi della Formazione e Gestalt Counsellor

Scrivi un commento